litfiba fata morgana Tab

Tab chitarra – Fata Morgana – Litfiba

Con Fata Morgana i Litfiba hanno raggiunto la loro massima espressione musicale e poetica. Un testo molto bello, ipnotico e surreale che rimanda subito all’immagine di una persona assetata in mezzo al deserto in preda a visioni e miraggi.
Con “Fata Morgana” si usa infatti definire un particolare tipo di miraggio, un effetto ottico al di sopra della linea dell’orizzonte.

Tutto nasce dal personaggio mitologico di fata Morgana che conduceva a se i marinai per indurli a morte grazie a bellissime visioni di castelli immaginari.

Il tutto rimanda al messaggio più profondo che viene lanciato da questo brano, ovvero niente è mai come sembra, mai fermarsi alle apparenze!

Fa parte dell’album Terremoto uscito nel 1993, e nonostante non sia uscito come singolo, sulle note di questo brano  è stato proprio girato il videoclip utilizzato come video promozionale per la raccolta Re del silenzio.

Fata Morgana un “rock psichedelico”  

Oltre al testo la grandezza di questo brano è dovuta anche all’arrangiamento musicale che inizia con un arpeggio di chitarra dalle sonorità cupe per poi sfociare nel maestoso riff di Ghigo Renzulli che diventerà il vero e proprio segno di riconoscimento di questa canzone. Un rock psichedelico per niente scontato che può’ essere sicuramente considerato una pietra miliare del rock italiano.

Ti può interessare questo libro sulla biografia dei Litfiba:

La TAB di Fata Morgana

Se stavi cercando come suonare l’intero brano di  Fata Morgana sei nel posto giusto al momento giusto!

Qui trovi la Tab da me trascritta con due tracce, una completamente in versione acustica, l’altra in cui trovi la parte da eseguire con chitarra elettrica, col suono distorto, rigorosamente fedele all’originale. Per facilitare l’apprendimento del brano guarda il video tutorial.

Puoi scaricare la Tab (è presente anche la traccia del basso) in formato Pdf con un piccolo contributo

Audio Tab ⇓

Tab Fata morgana Litfiba

Guarda il Video tutorial con Tab di Fata Morgana ⇓

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *